sabato 15 febbraio 2014

Lo Sport del Doping, inchiesta quasi chiusa per Alex SCHWAZER

In altri paesi ci sono mariti che si lamentano per le mogli che hanno un letto separato per la tenda ipobarica (*), in Italia Alex SCHWAZER rischia di allungare i capi di imputazione se già non bastasse la positività di un anno e mezzo fa e le molte implicazioni in cascata ...

Nel frattempo la federazione ha fatto pulizia fra autosospensioni dei medici e spostamenti della collaboratrice. L'inchiesta si avvicina sempre di più a coloro che avrebbero "coperto" il doping del marciatore. Sempre che le indagini su Christian Thuile non vadano a dilatare ancor di più i tempi della sentenza. Ci sono comunque altri due anni per la scadenza della prima sentenza del TNA, in tempo per le Olimpiadi di Rio 2016, sempre che Alex abbia voglia di tornare a marciare.

(*) Jennifer MEADOWS si è portata l'apparecchio anche in giro per il mondo sulla via delle Olimpiadi di Londra

3 commenti:

Fausto di Bio Correndo ha detto...

Quali sono i tempi per una decisione? O meglio è in vista una scadenza o siamo nel limbo delle ipotesi?

Enrico VIVIAN ha detto...

non ho idea: un anno e mezzo non è sportivamente accettabile

Fausto di Bio Correndo ha detto...

Decisamente non è umano! Ma siamo in Italia!!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...