lunedì 15 settembre 2014

Lo Sport della Scuola, i nostri figli possono salvarsi

### siamo stati accolti tutti, alunni e genitori,
nella classe e poi nella palestra:
seleziono questo ritaglio senza coinvolgere altri ###

Camilla ha volato veloce dal cortile al piano di sopra in 5^A, mentre la coordinatrice, scendendo alle quarte-terze-seconde, alla fine ha chiamato uno a uno gli esordienti in prima.

Tommaso era felice di sentirsi grande alla Scuola Materna qualche mese fa, orgoglioso di fare il tempo pieno poi alla Primaria. L'estate è passata in fretta e nelle ultime settimane aveva qualche dubbio, sentendosi inadeguato perché vedeva sorella e cugini riempire i quaderni delle vacanze ... io non so la matematica!?! io non so l'italiano!?! ... pur con tutte le rassicurazioni dei genitori.

Era tranquillo nel cortile, anche perché si è riformato un gruppo di superbanditi, in prima fila anche in aula. Dopo un minimo di presentazione e il battesimo del banco, ci siamo trasferiti in palestra dove era stato preparato un mini circuito (coni, ostacoli alti e bassi, materassone, cerchi, panca, spalliere) dove i neo alunni hanno cominciato a esprimersi ...

Faccio il verso al ponderoso post di un anno e mezzo fa, un inno all'aspetto ludico della pratica sportiva per i bambini, che potrebbe ribaltarsi in ogni ambito educativo. Spesso sento parlare male della Scuola, ma vorrei sentire parlare bene delle maestre: tanto hanno fatto e faranno Moira-Lisantonia per Camilla (e la sua classe), altrettanto potranno fare Michela-Antonella per Tommaso (e la sua classe). Intanto il primo giorno, dopo tanta trepidazione, è stato bellissimo, dice lui, e abbiamo tanta strada da fare insieme!

5 commenti:

Gianmarco Pitteri ha detto...

Lo sport dovrebbe essere sempre divertimento, e continuare a esserlo possibilmente anche quando (per pochi eletti!) diventa professione.
Peccato che in tanti casi, soprattutto tra gli amatori, diventi invece ulteriore fonte di preoccupazione e stress, tanto che veramente spesso rispondo "Ma chi te lo fa fare, se ti lamenti così tanto?".

L'educazione in questo è fondamentale, quindi bisogna sforzarsi di essere buoni genitori e... avere fiducia nei maestri/insegnanti/allenatori!

Enrico VIVIAN ha detto...

pensiero comune di genitori con i bimbi in crescita: grazie per il contributo!

avevo in mente un post diverso: ho ritoccato il finale e aggiunto la foto di arrivo

emiliano ha detto...

Bel post!
A volte mi scappa un pensiero del tipo...non ci resta che sperare...poi rinsavisco e mi sprono a continuare nella faticosa via del "dare l'esempio".
Ciao ragazzo.

Marco SANTOZZI ha detto...

Con un padre come te i tuoi figli sono al sicuro.
Ciao Enrico

Enrico VIVIAN ha detto...

GRAZIE per gli APPREZZAMENTI!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...