giovedì 8 settembre 2011

Tre notizie rapide: Franco BRAGAGNA - Maratonina sul Graticolato - maratona di Boston 2012

Avrei voluto pubblicare il resoconto di LIBRIAMO 2011 (vd. presentazione in precedente post), in quanto sono  stato presente all'incontro con Simone PEROTTI lunedì 29/08 nel chiostro di Santa Corona a Vicenza. E con l'occasione estendere il discorso sui libri e altre iniziative editoriali, ma irrompono tre argomenti su cui ho lavorato in diverso ambito (comunicazione via mail) e ne verifico la risposta.

Nel frattempo anticipo il link al sito di Simone PEROTTI che si apre con il blog (brevi saggi di calcolo e di scrittura) e segnalo l'agenda in cui sono previsti due passaggi in zona Venezia fra fine settembre e inizio ottobre.

LIBRIAMO 2011 @ Santa Corona: Alessandro ZALTRON, Simone PEROTTI e l'attrice che legge i testi di Simone

A chi è mancato il commento di Franco BRAGAGNA ai Mondiali di Daegu? A me no. Magari mi ricredo già stasera al ritorno della Diamond League al Weltklasse di Zurigo.

Mi ero accorto di una voce diversa durante la prima diretta, quella della maratona femminile, che, vista l'ora, poteva apparire ricordo di uno sbiadito sogno e possibile alternanza di cronaca fra gare nello stadio e fuori stadio. Anche nelle gare successive del sabato non ci avevo dato peso: ascolto numeri e dati, ma l'attenzione è focalizzata sulla visione della gara. Per i 20km di marcia vale il discorso fatto per la maratona femminile, ma con le gare di mezzogiorno mi sono arrivate diverse mail con la fatidica domanda: dov'è Franco BRAGAGNA?

le prime quattro vittime del Daily Programme
un mix di accidenti e impreparazione
Così mi sono informato da chi lo frequenta e ho avuto la conferma che non sta molto bene, o meglio, gli è stata sconsigliata una trasferta così impegnativa. Allungo l'occhio e verifico che su FaceBook si è già scatenato un Franco BRAGAGNA Fun Club con tifo da stadio "aridatece BRAGAGNA" e contro coro "DI BELLA porta jella", forse dimenticandosi di quanto successo due anni prima a Berlino. A proposito di jella, a quanti è piaciuto il siparietto quotidiano sulla sfortuna scagliata sull'atleta presente in copertina nel Daily Programme? Secondo me ci può stare, anzi è quasi dovuto in un paese che contempla la pagina dell'oroscopo in ogni giornale o rivista. Parliamo solo di cose seriose in una programmazione di 94 ore complessive (vd. comunicato FIDAL 22/08 dove Franco compare ancora fra i cronisti) ripartite all'incirca in 70 ore di diretta/differita e 24 ore di replica?

Promuovo Luca DI BELLA anche solo per un aspetto, già segnalato nella mail agli amici di domenica 28/08: "mancherà qualche info, ma la diretta si sopporta meglio; e soprattutto possono parlare di più i collaboratori". Attilio MONETTI e Paolo BELLINO apparivano più sereni e disinvolti, a volte divertiti, di certo liberati dal pensiero di non essere ripresi per eventuali inesattezze su dati e date. Elisabetta CAPORALE ha potuto ammettere di aver capito poco di certi slang (mi pare abbia vinto la classifica dell'incomprensibilità Matt CENTROWITZ USA, bronzo sui 1'500m), nonostante due settimane di allenamento ai Mondiali di Nuoto a Pechino nel mese precedente.

Sally PEARSON sfata il malocchio in pista Day-8
dopo Olga KANISKINA nella 20km di marcia Day-5
Ho apprezzato la presenza in studio di Silvano CHESANI e Raffaella LAMERA (ahi loro! fuori dalla finale) che ci hanno descritto al meglio la pedana vissuta davvero poche ore prima. Date un microfono ai nostri atleti! Tra l'altro è stato consentito a Raffaella di riassumere la sua altalenante carriera, costellata di infortuni e varie difficoltà, così mi ha coperto i buchi nella memoria che ha ricordi di suoi salti fin dai Campionati Allievi del 1999 a Clusone.

Chi mi è mancato veramente? Francesco PANETTA! Non solo perché è un amico, ma perché sono stati persi tanti momenti importanti nelle gare di mezzofondo/fondo, anche quelli più evidenti, non solo le ingenuità tattiche che hanno costellato le gare femminili. Sapevo già della mancanza di Orlando PIZZOLATO e me ne ero fatto una ragione. Quella che mi ha spiegato proprio nel giorno di inizio dei Mondiali quando mi ha accolto nel suo stage (vd. precedente post). Aggiungo io: perché la Rai dovrebbe investire in due gare trasmesse in diretta a orari invisibili, in una specialità dove la federazione non investe e rimane in gara l'unico italiano che ci crede? Grande occasione persa per le nostre prime donne che caleranno le loro carte a fine mese nella maratona di Berlino: vedremo cosa hanno in mano e chi le accompagnerà sui larghi stradoni (vd. precedente post).

presentazione Maratonina sul Graticolato
Passo alla Maratonina sul Graticolato. L'organizzatore Diego BOVOLATO mi ha chiesto di partecipare alla cerimonia di presentazione di venerdì sera ore 21 presso il "Centro Paolo VI" in Via Buson a San Giorgio delle Pertiche (PD). Oltre alle autorità e alle associazioni che contribuiscono alla manifestazione, saranno protagonisti anche i due campioni segnalati qui a fianco: non solo medaglie, ma storie di vita e vittorie sulla disabilità. Tanto per dimostrare che una competizione agonistica non parte con lo sparo e arriva sotto lo striscione, ma rinvigorisce un territorio e i suoi abitanti.

Per me sarà anche l'occasione per incontrare l'amico Aldo MASI, speaker della serata, un pezzo di storia e di memoria dell’atletica a cui non manca mai un assaggio di prosecco a portata di palato, e, forse forse, il rientrante Ruggero PERTILE da Daegu. Per chi se lo fosse perso, segnalo un quadretto pubblicato quattro mesi fa "amici che hanno aperto le ali".

Come già anticipato in precedente e fin troppo argomentato post di fine aprile, c'è tanta voglia nel gruppo 21-42 di partecipare alla Maratona di Boston 2012: è arrivato il tempo di trasformare intenzione in azione e passare alla registrazione.

Gelindo BORDIN @ Boston 1990
Due criteri per poter accedere alla registrazione (vd. sito BAA.org)
[1] - i tempi devono essere ottenuti dopo 25/09/2010 in gara certificata (per il 2013 i tempi limite sono abbassati di 5’)
[2] - l’età di riferimento è calcolata alla data della maratona

Età    Maschi  Femmine

18-34  3h10m 3h40m
35-39  3h15m 3h45m
40-44  3h20m 3h50m
45-49  3h30m 4h00m
50-54  3h35m 4h05m
55-59  3h45m 4h15m
60-64  4h00m 4h30m
65-69  4h15m 4h45m
70-74  4h30m 5h00m
75-79  4h45m 5h15m
80-….  5h00m 5h30m


Ci ha pensato RacingNews @ RunnersWorld a darmi la sveglia ieri, riassumendo anche i criteri di accesso in modo da favorire gli atleti più performanti perché l'anno scorso i pettorali online sono stati assegnati in poche ore:

  • da lunedì 12/09 ore 16 italiane può registrarsi chi ha un tempo migliore di 20’ o più del rispettivo limite di sesso/età;
  • da mercoledì 14/09 ore 16 italiane può registrarsi chi ha un tempo migliore di 10’ o più del rispettivo limite di sesso/età;
  • da venerdì 16/09 ore 16 italiane può registrarsi chi ha un tempo migliore di 5’ o più del rispettivo limite di sesso/età;
  • le iscrizioni chiudono nel week end;
  • le iscrizioni riaprono lunedì 19/09 ore 16 italiane e chiudono venerdì 23/09 ore 23 italiane.
E chi non ha il minimo? Agenzia! Ho sfogliato alcuni siti e non ho visto ancora pubblicati i programmi.

Ecco tre esempi di comunicazione ristretta al gruppo della mailing list che può interessare anche altri. O no?

10 commenti:

Robi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

Sì, vero: comunicazioni utili anche ad altri... Boston...? eh, un mito... però non ho il crono richiesto (a Praga lo scorso anno ho chiuso malino in 3h25') e dovrei rimettere in sesto le gambe.

Riguardo Bragagna invece ti segnalo questo: http://www.youtube.com/watch?v=D0Lq97VeowM
Io ho seguito buona parte dei mondiali in ufficio seguendo lo streaming tv ma la schermata del pc era maggiormente sul lavoro, quindi per lo più ascoltavo, cercando anch'io di riconoscere tra le voci quella di Panetta o quella di Orlando.

Siro

Enrico VIVIAN ha detto...

@Commento eliminato: non c'era niente di compromettente; forse l'autore ha avuto un pentimento dopo il rientro di Franco a Zurigo

ci teniamo caro Franco se continuerà a essere il riferimento Rai per le telecronache; Luca DI BELLA (o chi per esso) sarà l'alternativa a disposizione che la Rai avrà cura di far crescere ... vi sembra facile guidare una squadra allenata per anni da altri solo per la manifestazione cruciale dell'anno? vorrei dare in mano il microfono a tutti i critici fastidiosi e metterli nella stessa condizione

@Siro: della Maratonina sul Graticolato apprezzo l'attenzione verso il mondo della disabilità, quella stessa che abbiamo trovato ieri sera a Zurigo con una gustosa gara [maschi contro femmine] a handicap ... grandiosa!

Boston? un giorno o l'altro ci andremo; ho allargato la comunicazione per vedere se riesco ad allargare la squadra, come mi è riuscito per la maratona d'autunno

Anonimo ha detto...

E comunque se a qualcuno mancava Bragagna, sul sito RAISPORT c'erano dei suoi video-servizi dal titolo "Francamente... 1,2,3, etc..."

Siro

Enrico VIVIAN ha detto...

@Siro: grazie del contributo! li avevo visti ed ero intenzionato a indicarli nel post, ma poi mi sono detto "audio scarso, video scarso, l'atletica commentata dal buco della serratura ... che tristezza!"; lo spettatore merita di più

suggerisco alla Rai un impianto di telepresence che ho avuto modo di vedere alla SAIV @ VI EST http://saiv.it/soluzioni_video.php

Andreadicorsa ha detto...

Bragagna non mi manca per niente!!!!
Boston: mi piacerebbe esserci, il tempo di qualificazione ce l'ho in tasca eheheh!
Tienimi informato. E attenzione: se non mi sbaglio l'anno scorso le iscrizioni on-line sono state esaurite il giorno stesso nel quale sono state aperte...

Emiliano ha detto...

Bragagna 5-,Di Bella appena sufficente.
Mi toccherà fare come con le partite di calcio,le guardo a volume 0.
Ciao.

Enrico VIVIAN ha detto...

Boston: da lunedì ore 16 sei in pole position

Bragagna: non discuto la sua competenza, ma la sua continenza verbale e la capacità di controllarla; sa tutto e deve sempre dimostrarlo, anche quando non serve

poi quando dice le sciocchezze, fatica a fare ammenda; p.e. all'ultima maratona di Firenze ha preso in giro il sindaco Matteo RENZI affermando più volte che "non sarebbe mai arrivato in fondo", almeno fino a quando ho assistito alla diretta corrispondente al passaggio dei primi concorrenti ai 30km

ho avuto occasione di ricordarlo a Franco di persona alla festa degli Amici dell'Atletica di fine gennaio http://enricovivian.blogspot.com/2011/02/w042011-esordi-in-maratona.html ... "ti sei accorto di aver preso in giro il tuo futuro presidente del consiglio?"

Di Bella: ci vuole tanta esperienza per sincronizzarsi con il ritmo sincopato dell'atletica, continuamente rimbalzati da una specialità all'altra; tra svarioni e ripetizioni ha detto tante cose giuste, escludendo quelle lette dal monitor

il ciclismo non è morto senza Auro, noi un giorno sopravviveremo senza Franco; chi rimpiange ancora Marco FRANZELLI che successe a Paolo ROSI?

Drugo ha detto...

Ai mondiali Bragagna mi e' mancato tantissimo. Nulla contro Di Bella che ha fatto del suo meglio e tutto sommato credo sia stato all'altezza pero' Bragagna e' tutta un'altra cosa. E' vero che a volte e' incontinente ma meglio lui che un Monetti a briglie sciolte, finisce per sragionare e diventa incontrollabile.

Enrico VIVIAN ha detto...

@Drugo: qui c'è posto per tutti, anche per i tifosi di Franco; DI BELLA è stato ancora più apprezzabile in una situazione meno pirotecnica come il meeting di Rieti

che dici di proporre alla Rai di rinchiudere in uno studio di registrazione Piero ANGELA e Attilio MONETTI e che se le raccontassero illimitatamente?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...