domenica 4 novembre 2012

NYC Marathon 2012 Canceled

@NYRR
Mi ero tenuto il pezzo di domenica sera per raccontare qualcosa della gara, soprattutto di come sarebbe andata a finire l'avventura di Valeria STRANEO, di cui avevo tracciato un profilo nell'ultimo numero de Il Grande Sport (vd. pag.02 - nr. 167), e di Meb KEFLEZIGHI (vd. post 02/11). Poi ci sarebbe stato tempo per le testimonianze dirette al rientro degli amici in Italia. Invece mi trovo a raccoglierle quando sono ancora a NYC, proprio nella mattinata in cui avrebbero voluto correre ... comincio con Gerardo.

Ciao Enrico, stamattina al risveglio il cielo terso e il sole che splendeva nei grattacieli ci ha investito con tanta tristezza.
Central Park 04/11 @PizzOrl
Poi al ritrovo con gli amici per la corsetta a Central Park man mano che si avvicinava il cuore e le emozioni hanno iniziato a travolgerci. Una fiumana di persone di ogni dove ha riempito lo splendido polmone della Grande Mela e con un unico serpentone girava chi da nord a sud e chi viceversa con una gioia stampata sul viso e con tanta felicità nel ritrovarsi nonostante tutto.
Questi sono i runners e questa e New York City che incitava chiunque corresse nel parco e in giro per le strade.
Non resta che tornare perché il passare sotto i 26 stamattina ha lasciato una carica e uno stimolo accompagnato ad un brivido che non scorderò mai.

l'annuncio 02/11 @PizzOrl
Fulvio invece esprime il disappunto ... Grande beffa e smacco morale: al mattino ci hanno dato il pettorale e al pomeriggio apprendiamo solo dai media che è annullata. Il comunicato arriva mezzo mail solo molte ore dopo.
Eccolo invece dopo lo spettacolo a cui ha assistito con Gerardo ... Tutti ritrovati a correre in Central Park. Una compostezza da brivido!

La notizia era arrivata nella notte di venerdì e un primo equilibrato commento era stato pubblicato da Linus (vd. post 03/11), comprese alcune foto per aiutare le parole. Nella sottosezione @NYCM.RW c'è di tutto (sfogliare con pazienza e leggere attentamente l'intervista del giorno dopo a George HIRSCH, NYRR CEO, con l'altro bel pezzo di Amby BURFOOT "How and Why Marathon Was Canceled"), anche il video del comunicato ufficiale: ora vogliamo crederci un po' di più?


Ecco Mary WITTENBERG (President & NYRR CEO) e Howard WOLFSON (NYC Deputy Mayor), un paio di statunitensi che non si mangiano troppo le parole! Anch'io avevo provato a esprimermi sabato mattina, commentando nel post 03/11 dell'amico Drugo. Poi le battute si sono sprecate nelle ore successive, venate per lo più di pregiudizio politico: lasciano il tempo che trovano. Last Because Most Long ecco a voi Siro: chi lo avesse apprezzato nel post 05/10 ritrova stile e solidi contenuti, pur nella fretta e nell'emozione ...

@linus.blog
Colazione rapidissima, solo un po' di caffè, perché il messicano di ieri sera mi ha un po' devastato l'apparato digerente.
A NY belle giornate (ma ventose e freddoline). Tantissimi podisti stanno già correndo in Centrali Park indossando il pettorale della maratona! (fonte Orlando). Noi niente corse, a sto punto approfittiamo della situazione per fare turismo meglio di quel che avremmo fatto gareggiando.
Ieri ho assistito a parte della conferenza Terramia e parlato con Ilaria. Come al solito noi italiani ci distinguiamo in peggio protestando, ognuno dicendo la sua (uguale a quella del precedente, ma ognuno DEVE dirla), scroscianti applausi a chi supera gli altri con la provocazione più esaltante.
E su FaceBook si legge di tutto compresi saccenti giornalisti ("siccome mi chiedono di dire la mia opinione..." ma chi è che ti chiede? cosa ne sai se non sei qui?).

@linus.blog
Già lunedì, vedendo la situazione ed avendo vissuto parecchi allagamenti in zona di casa (vd. alluvione a Vicenza di due anni fa, ndr), capivo che Sandy è stata devastante, senza dubbio. Magari non in centro, però le zone che ho anche attraversato nel tragitto JFK-NY erano in ginocchio, a macchia di leopardo. L'acqua dove arriva non se ne va in fretta! Da casa mia è uscita in una settimana. Supermercati svuotati (solo in alcune zone), distributori di carburanti presidiati da forze dell'ordine armate (solo in alcune zone).
Al nostro arrivo il nostro appartamento (un attico di lusso da 350m² ad un isolato dell'Empire State Building, non perché siamo ricchi, ma perché abbiamo fatto uno scambio vantaggioso con l'agenzia) era un vero cesso: sporco, abbandonato in fretta da chi c'era al momento dell'arrivo di Sandy (che tutto sommato qui non ha fatto danni) e non più raggiunto dalle donne colombiane che dovevano pulire in quanto bloccate dai mezzi, dall'assenza di carburante, dalla loro casa inondata (perché le operaie arrivano tutte da fuori NYC, per la maggior parte da Staten Island e dal New Jersey dove i danni erano notevoli).

@NYCM.RW
Quindi appartamento buio, senza elettricità, acqua e riscaldamento. Pure Orlando ha trovato allo Sheraton (!) le camere ancora da fare perché anche là il personale non arrivava al lavoro. E questo ancora mercoledì quando Bloomberg confermava tutto (fino a giovedì compreso).
Inutile dire che anche qui (in centro!!!) problemi indiretti ce n'erano. Nella serata del nostro arrivo la città era surreale, buia a zone, con segnalazioni di emergenza tipo aeroporto, incroci presidiati, sirene frequenti (molto di più del normale che vedo anche oggi), sporcizia ovunque. Parliamo sempre di midtown, manhattan centro. Oggi faccio un giro a sud dove si è sentito di più il problema (porto, Battery Park).
Secondo me la decisione modificata all'ultimo non è affatto stata per far arrivare i turisti per guadagnarci sopra per sete di denaro. Semplicemente - com'è usanza americana - hanno provato a trasformare l'evento in un'autocelebrazione, esaltandosi "noi siamo americani! risorgiamo qualunque cosa succeda!", minimizzando e sottovalutando la situazione. Alla resa dei conti Bloomberg ha cambiato idea (tardi certo).

Expo 2012 @NYCM.RW
Però altre critiche stupide ed inutili si sprecano:
# hanno fatto apposta a farci arrivare per sete di denaro, per vendere all'expo, dovevano tenerlo chiuso ...
# i pettorali costano troppo ...
# vi racconto la mia esperienza ... ho lasciato la mia famiglia per venire qui a correre ...
1) hanno immediatamente riciclato i numerosi volontari della maratona per mandarli in zone colpite; all'expo sconti del 50% e 100% del ricavato alle zone colpite
2) hanno portato alle zone colpite tutto il materiale di supporto destinato a partenza, ristori, arrivo, coperte termiche, acqua, cibo
3) chi discute adesso di costi ha ancora meno senso: se non succedeva nulla, diceva che NY era fantastica e che ci tornerebbe e che il prezzo è adeguato ...

zona arrivo 04/11 @PizzOrl
NYC non ha bisogno dei soldi di 70.000 persone (tra atleti e familiari), numeri che fanno quasi ridere qui. Non hanno fatto calcoli! E Terramia ne è uscita da signora: promettendo (può permetterselo) il pettorale gratuito utilizzabile in 5 anni. E vedremo le altre agenzie italiane come risponderanno.
Come detto, adesso la situazione in centro è normale per la NYC di sempre (già da ieri pomeriggio, al mattino si vedevano ancora i "segni" del disagio, il nostro appartamento è stato sistemato praticamente nel pomeriggio di ieri, fino ad allora ci siamo arrangiati e adattati).
Noi adesso sfruttiamo la situazione negativa a nostro favore visitando quello a cui dovevamo rinunciare per correre.

ENJOY the rest of TRAVEL (vd. immagini post 02/01)!

21 commenti:

Drugo ha detto...

Bel post e molto bella la testimonianza, lucida ed accurata, di Siro.
Criticare facendo qualunquismo è facile e non costa nulla, credo ogni tanto sia bene cercare di capire e di mettersi nei panni anche dei "cattivi" di turno.

Enrico VIVIAN ha detto...

Da domani tutti riusciranno a costruire una storia anche sulla non maratona NYC 2012!

Considera che il mio racconto 2010 pubblicato da AndreaDiCorsa era stato respinto da tutti i giornali, stufi della solita manfrina "come è bella la maratona di NYC!"

Vediamo cosa ci scriverà il capo redattore Andrea MASON sul GdV dopo l'articolo di ieri.

Siro ha detto...

Grazie Drugo.
In sostanza il mio pensiero è che han fatto bene ad annullare, tutto il resto sono chiacchiere.
L'unica cosa di meglio che dovevano fare era dichiarare ufficialmente: "Non possiamo garanntire regolarità e/o svolgimento della gara e la conferma ve la possiamo dare forse un giorno prima. Ognuno faccia le proprie considerazioni e decida autonomamente."

Nessuno avrebbe potuto protestare.
E ancora a quelli che parlano male di NY e indirettamente di chi la considera una grande maratona (per qualcuno LA Maratona):
- le maratone europee, magari ora migliori (alcune) di NY per alcuni aspetti son partite ehanno ancora NY come riferimento
- la bella usanza dei nomi slle magliette e sui pettorali viene da NY
- il pubblico lungo le strade è unico al mondo e gli altri ancora una volta han copiato da NY

Se a qualcuno non piace non vada e non critichi a vanvera.
Chi dce che Terramia o altri son ladri, sappia che noi con una formula Terramia e in quell'attico che vi dicevo spendiamo 1300 euro per 5gg voli compresi!!!

Siro ha detto...

Oggi per la prima volta siamo scesi nella zona sud di Manhattan: stanno ancora lavorando assiduamente per svuotare sotterranei dall'acqua. Molti alberi caduti, Statua della Libertà spenta e non agibile, idem il memorial di Elly island.
Vedendo poi i lavori mastodoncici a Ground Zero si capisce quanto fossero una bazzecola per NY i soldi della maratona. Scusate gli sfoghi. :-)

Tosto ha detto...

HO lavorato in KingCommerce (era una società di Nico) come consulente al tempo del boom Internet, sarà stato il 2000.

Enrico VIVIAN ha detto...

@Siro: nessun problema! scrivi quanto vuoi!

@Tosto: ai tempi dei tentativi di vendita online? mi sono perso quel periodo!

Tosto ha detto...

yes ... ti racconterò :)

Enrico VIVIAN ha detto...

avremo occasione!

edoardo.gasparotto ha detto...

La maratona di New York é probabilmente l'evento podistico di massa più imponente del pianeta ed é normale che catalizzi attenzione, ipercritiche ed emozioni incontrollate. Come al solito il tuo post é ben strutturato e i commenti equilibrati e costruttivi. Purtroppo quest'anno per il (meraviglioso) spirito americano é andata male,...ma prima ancora é andata peggio a chi ha perso la vita e/o tutto il resto a causa dell'uragano. Condivido quanto scritto da Siro: per quest'anno é stato meglio non correre davanti a tanto dolore..
Il resto è (tediosa) aria fritta.
Ciao, a presto.

Enrico VIVIAN ha detto...

GRAZIE, Edoardo! Il tuo commento vale un POST.

E GRAZIE ancora a Siro, Gerardo e Fulvio che hanno dato sostanza e credibilità a questo POST, altrimenti un palleggiamento di link.

Enrico VIVIAN ha detto...

@RW alcune risposte a "What Now For NYC Marathon Registrants?"

Siro ha detto...

http://www.nytimes.com/2012/11/05/sports/new-york-marathon-took-uneasy-route-to-cancellation.html?smid=fb-share&_r=0

Enrico VIVIAN ha detto...

GRAZIE, Siro! Ottimo LINK!

sensata ricostruzione dei fatti fino all'annuncio del video pubblicato ... ore 17:20 eastern time!

inglese potabile!

Siro ha detto...

Merito della nostra Paola PPM, che ce l'ha messo su FB... non volevo che tu restassi escluso. :-)

Enrico VIVIAN ha detto...

GRAZIE ANCORA! Sai che sono fuori FB ... e non solo!

paola351 ha detto...

A NY Oggi nevicava! PPM oggi ha iniziato gli allenamenti per la maratona di New York!! È ai vostri commenti aggiunge che l'atmosfera del Central Park e' magica...(cmq uno spettacolo I runners) ciaoooo

Anonimo ha detto...

vorrei potere credere alla tuo iptesi buonista. Secondo me hanno fatto un mero calcolo economico ed elettorale.
Se Terramia ne uscirà "da signora" è ancora da vedere. Sinora non si è visto niente di definito (sul sito di Terramia non c'è nulla di ufficiale, non si capisce cosa volesse dire "lo stesso tipo di viaggio" e per ora si sono tenuti anche i soldi del servizio fotografico non effettuato)

Enrico VIVIAN ha detto...

CIAO Anonimo, nessuna ipotesi buonista: mi sono letto tutti i contributi che ho linkato (e qualcuno in più) e "da lontano", dopo averla corsa 4 volte, credo che siano state fatte due valutazioni diverse in due momenti diversi, una sulla fiducia e una sull'opportunità. Ci può stare. Anche la tua tesi cattiva ci può stare, ben capitanata da Linus.

Su TERRAMIA ci aggiorneremo: ho riportato le parole dell'amico Siro che in quanto a "controllo" non è secondo a nessuno. Considera che non ho mai viaggiato con TERRAMIA ...

Enrico VIVIAN ha detto...

mi accorgo di non aver ancora ringraziato Paola351 per il contributo ... GRAZIE!

Siro ha detto...

Rispondendo all'Anonimo:
TERRAMIA ne esce "da signora" comunque anche solo per il fatto di garantire il pettorale gratuito pur con tutte le condizioni che vuole. Non era infatti tenuta a farlo, perché tutti hanno (abbiamo) firmato un contratto e poteva quindi benissimo dire "cari miei vi è andata male e avete perso tutto". Invece, certamente anche per tornaconto personale in termini d'immagine, ha preferito andare incontro ai clienti anche se appunto non era tenuta a farlo. "Lo stesso tipo di viaggio" è stato specificato in conferenza ma le numerose polemiche hanno forse reso difficile capire tutto ciò che si diceva. Credo che su questo e sul servizio fotografico, Terramia saprà rispondere e già qualcosa è scritto nei comunicati ufficiali.

Enrico VIVIAN ha detto...

GRAZIE, Siro per l'argomentata risposta! Più che alimentare una striscia di commenti che pochi leggeranno (chi cercherà qui in fondo?), prevediamo un post di aggiornamento quando gli argomenti saranno maturi. A PRESTO!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...