venerdì 21 novembre 2014

Lo Sport del Doping, revisionismo al riBasso

In queste ore il mondo della corsa italiana è colpito dalla positività di Massimo LEONARDI all'ultima Venice Marathon (fotografato in piazza S.Marco) e dalle polemiche sulla partecipazione di Alberico DI CECCO ai Mondiali di 100km sollevate (a ragione) da Giorgio CALCATERRA. I casi continueranno per le vie istituzionali e rimarranno nella memoria di chi ha neuroni da spendere e magari li riprenderemo con le loro soluzioni. Come spesso mi capita, passo al più famoso ciclismo che tanto ci insegna e recupero due articoli in rosa dell'ultimo mese e mezzo, ricordando il post precedente ...


Ivan BASSO nel giorno del Giro di Lombardia 05/10 e con Alberto CONTADOR 07/11 in scalata formativa al Kilimangiaro, per il team building.


Sarà perché al varesino ho dedicato uno dei primi post (e di doping), ma quando lo vedo mi tornano in mente le sue sacche di sangue siglate Birillo trovate in Spagna. Domani mattina faccio la visita di abilitazione a donatore (sarò accettato a 46+ anni?) e le mie sacche andranno a chi ne avrà bisogno.

2 commenti:

Gianmarco Pitteri ha detto...

Che tristezza...

Marco SANTOZZI ha detto...

Certo che sarai accettato! Mi pare che gli uomini possono donare fino a 65 anni (se in buone condizioni)
Altrimenti bisogna chiedere info a Basso...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...