lunedì 18 gennaio 2016

delitto Lidia Macchi in Blu Notte (di Carlo Lucarelli)

Dall'avanzamento scolastico Lidia aveva un paio di anni più di me e non mi interessava la cronaca nera all'ultimo anno di Liceo: la sua storia mi entrò nel cuore e negli incubi dal bel racconto di Carlo Lucarelli in Blu Notte ...


Forse ho visto l'originale del 5 maggio 1999, prima di sposarmi, o una replica in cui provavo a coinvolgere Antonella. Ora mi scava un abisso al pensiero di Camilla che cresce.


I genitori possono fare tutto al meglio e avere un gioiello di figlia, poi il Male la rapisce, senza risposta per quasi 30 anni.


I Macchi allora hanno elaborato il lutto fondando l'associazione Famiglie in Cammino, a curare insieme le ferite ora riaperte dalle nuove scoperte.


Per me è l'occasione di (ri)guardare Carlo Lucarelli - datato nel monitor a tubo catodico sulla scrivania, attuale nella sfida fra Moleskine con i collaboratori - eccellente al pari di Philippe Daverio: diversi nello stile e nei contenuti, simili nella leggerezza delle produzioni e nella precisione del format.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...