lunedì 29 luglio 2013

Tre canzoni Tre, parlare d'Amore 40+ anni fa

Forse il primo ricordo sonoro e consapevole è mia mamma che canta Rose Rosse di Massimo RANIERI,

http://www.youtube.com/watch?v=MY1Jtlh_Xno

ma un'altra canzone mi torna in mente ogni volta che pedalo in piena luce e meridiana: Alle Porte Del Sole di Gigliola CINQUETTI,


tanto gradevole da essere al top nel mixer del comprensorio balneare delle Suore della Divina Volontà a Bibione, dova andavo al mare negli anni '70. Due carriere precoci e fenomenali per gli artisti nati nel primo dopoguerra! Forse perché figlio dei bombardamenti Lucio BATTISTI risulta più tormentato, ma qui si libera e diverte in Eppur Mi Son Scordato Di Te.


Prestazioni come questa dovrebbero far pensare ai tanti eroi di reality canori. Se fossi Chiara o Francesca avrei sempre Gigliola in repertorio, il Veneto che sa cantare. E chi frequenta Rieti per gare atletiche si prenda il tempo per un pellegrinaggio a Poggio Bustone.

5 commenti:

Tosto ha detto...

un post revival! e papeveri e papere dove la metti? e la pappa col pomodoro?

Enrico VIVIAN ha detto...

OK Rita PAVONE: non era il mio idolo, ma erano comunque i nostri anni

con Nilla PIZZI andrei a -16 ... un po' troppo!

emiliano ha detto...

la mia " fresca " età mi porta a canticchiare spesso i NOMADI quando pedalo o corro. Spesso li ritrovo in qualche manifestazione culinar-canora a base di salamelle e polenta!
Peccato non poterlo fare anche con Battisti!!

emiliano ha detto...

culinar -canora .....che bruttta che è!!
Enogastro-canora è meglio?.....mah!

Enrico VIVIAN ha detto...

Day after day, love turns grey
Like the skin of a dying man
Night after night, we pretend it's all right
But I have grown older and
You have grown colder and
Nothing is very much fun any more ...


ecco il contrappasso sinfonico dei Pink Floyd

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...